Calaiò: “Osimhen deve stare tranquillo, ma il rosso è stato eccessivo”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Emauele Calaiò ai nostri microfoni:

“L’espulsione ad Osimhen? Già lo scorso anno si intuiva che il carattere del nigeriano era un po’ troppo fumantino. Un attaccante di spessore deve avere anche la lucidità di essere tranquillo in alcuni momenti della gara. Ma l’espulsione è eccessiva. Nel calcio si vede anche molto di peggio e senza cartellini rossi. Aureliano è stato in confusione nel corso della gara anche nella gestione dei cartellini nei confronti dei calciatori del Venezia. Il comportamento di Osimhen è stato instintivo: era stato trattenuto e strattonato, i difensori fanno di tutto per provocare. Anche a me è capitato di spingere via i difensori perchè mi tenevano la maglia. Insigne è un calciatore maturo, un vero leader, un vero capitano, ha avuto due palle grandi così per aver deciso di battere nuovamente il calcio di rigore col Venezia”.

Notizie del giorno

ti potrebbe interessare