Bucciantini: “Mi aspetto che il Napoli torni a lottare per il titolo”

Marco Bucciantini ai microfoni di Radio Goal.

Marco Bucciantini, durante la trasmissione Radio Goal, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli tra le 13 e le 16, ha parlato della situazione del Napoli e del passaggio di Insigne al Toronto. Di seguito le sue considerazioni:

“Il Napoli ha mantenuto gli obiettivi, ha visto passare la macchina più veloce del campionato che è l’inter, ha fatto più fatica in alcune partite casalinghe, però adesso piano piano, con il recupero di Osimhen che ti aiuta nella fase difensiva e porta al tiro più giocatori, insomma ti velocizza l’azione e ti permetterà di gestire ancor di più le energie. Se vuoi competere per gli obiettivi massimi devi avere anche giocatori forti in ottime condizioni. Spero che in questo mese siano esplose le ultime mine che hanno fatto gli ultimi danni, come ad esempio il contratto di Insigne, ma la squadra è salva e adesso può tornare a marciare come prima.”

“Secondo me non esistono offerte irrinunciabili, sicuramente ce ne sono difficili da rifiutare. Si fanno delle scelte, e davanti a questa posso essere deluso. Sicuramente i soldi fanno parte della vita, però cambi continente, cambi calcio, scegli un mondo diverso, è palesemente una scelta di vita. Avrei avuto più facilità a commentare una scelta professionale, magari cambiando squadra per andare a vincere, per me il capitano del Napoli doveva usare tutte le energie della sua vita atletica per provare a vincere con la sua squadra. Sicuramente hai vinto con il Napoli ma mi sarei aspettato qualcosa di diverso. Insigne va via perchè è stata una trattativa difficile con la società, magari lui si aspettava che venisse impostata in modo diverso. Tutto sommato la vicenda è stata assorbita bene, perchè alla fine Insigne non va alla Juventus ma al Toronto, volevo sicuramente vedere Insigne spegnersi sportivamente nel Napoli ma così non sarà.”

“Per la prima volta il Napoli ha chiuso un bilancio in passivo nell’era De Laurentiis, credo dipenda da questa situazione la scelta di non spingere cifre troppo in alto per il rinnovo di Insigne. Io farò sempre il tifo per le società e i presidenti che fanno i conti. Abbiamo intossicato la lealtà sportiva, la chiarezza a volte è cinica.“

ti potrebbe interessare

le più lette