Bucchi a Kissegna “Vi svelo un retroscena che vede come protagonista Berardi…”

Il tecnico della Triestina a Kissegna: "Frattesi è un calciatore che a Napoli ci starebbe benissimo"

Cristian Bucchi, attuale tecnico della Triestina ed ex attaccante del Napoli, durante la trasmissione Kissegna, in onda su Radio Kiss Kiss Napoli tra le 21 e le 23, ha parlato di alcuni profili di giovani calciatori in orbita azzurra. Uno di questi è Domenico Berardi che potrebbe prendere l’eredità di capitan Lorenzo Insigne. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Vi svelo un retroscena. Nella stagione 2017/18 quando ero sulla panchina del Sassuolo, nell’ultimo giorno di mercato si era raggiunto l’accordo per la cessione di Domenico Berardi al Napoli in cambio di Zapata e Strinic. Era un’operazione conclusa, ma non ho mai saputo perché non se ne fece più nulla. Questo vi fa capire che c’è un gradimento reciproco tra il calciatore e la società azzurra. Berardi è in momento della carriera in cui deve tentare qualcosa di grande e Napoli può essere la piazza giusta per lui”.

Frattesi – “Ho allenato Frattesi e posso dire che ha una voglia, una dedizione e una sfrontatezza non comuni. Secondo me lui è un calciatore che in questo Napoli ci starebbe benissimo. Ha una grande personalità, non ha paura di giocare ed è migliorato molto ultimamente nella gestione della palla. E’ un centrocampista moderno da ‘box to box’ come dicono in Inghilterra”.

Bajrami – “Altro grande calciatore è Bajrami. Io l’ho allenato all’Empoli nei suoi primi mesi in Italia. Lui veniva da tanti anni di calcio svizzero ed infatti all’inizio era un po’ spaesato perché si era trovato improvvisamente in una realtà diversa. Una volta superato il periodo si è dimostrato un grande calciatore che ha grande velocità e forza nelle gambe unita a grande tecnica e qualità. Molto meglio lui, per esempio, di Nandez”.

Osimhen – “Nell’ultimo anno Victor ha avuto dei miglioramenti clamorosi. Lo vedo completamente diverso rispetto a quello visto ad inizio della scorsa stagione. Ha imparato a tener palla, a far salire la squadra, a dialogare con i compagni e poi è diventato molto più abile a destreggiarsi in area di rigore. E’ giovane e quindi può ancora migliorare in tutto, ma nel giro di un paio di anni diventerà uno dei 5 attaccanti più forti al Mondo”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

In esclusiva il presidente del Getafe Angel Torres ha parlato del futuro del terzino sinistro Mathias Olivera che interessa molto al Napoli

Calcio, Sport

Il tecnico del Napoli Luciano Spalletti è intervenuto alla presentazione del ritiro di Dimaro -Folgarida, in programma dal 9 al 19 luglio

Calcio, Sport

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentis, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul futuro di Frank Zambo Anguissa.

Calcio, Sport

Stagione finita per Lozano: il giocatore torna in Messico. Ecco il motivo.