Braconaro: “Se si rispetta il protocollo, la serie A non si ferma”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Il Dott. Francesco Braconaro, membro della commissione medico scientifica federale e rappresentante medici sportivi della Lega Pro, ha rilasciato alcune dichiarazionisu Radio Kiss Kiss Napoli: “Siamo preoccupati per la situazione del Paese. I dati sono evidenti a tutti. In alcune Regioni iniziano ad esserci delle emergenze, soprattutto ospedaliere. Noi ci siamo dotati di protocolli, che servono per continuare a far svolgere le partite. Se il protocollo viene rispettato rigorosamente, potremo continuare ad andare avanti. L’NBA ha potuto fare la bolla, ma hanno speso una quantità di soldi esorbitante: circa 180 milioni di dollari, per garantire l’isolamento delle squadre in una sola struttura. Il calcio comunque deve tener conto che non vive su Marte, ma in Italia. Dobbiamo essere responsabili tutti. Playoff in Serie A? Non ne abbiamo parlato al CTS, ma parliamo di argomenti prettamente sanitari volti allo svolgimento dell’attività professionistica nel modo più sicuro possibile. L’ASL? Ha dei poteri che gli vengono dati dal fatto che la sanità è in capo alle Regioni. L’ultima parola è sempre la loro. Il calcio però chiede che tutto venga uniformato, in modo che tutte le squadre siano di fronte a tutti i principi, diritti e doveri”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Corriere dello Sport di oggi, 1 dicembre 2021

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Mattino di oggi, 1 dicembre 2021

Calcio, Sport

Assenti anche i lungodegenti Obiang e Romagna

Calcio, Sport

Out Manolas. Il difensore non prenderà parte alla trasferta di Reggio Emilia per gastroenterite

Calcio, Sport

Ulivieri a Radio Goal: “Spalletti si sta dimostrando un grande gestore. La sua bravura sta nel coinvolgere tutti i calciatori”