Bianchi a KKN: “Napoli pronto per lo scudetto”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Nel corso della trasmissione Radiogoal, in onda tutti i giorni su Radio Kiss Kiss Napoli, è intervenuto Ottavio Bianchi, allenatore del primo scudetto vinto dal Napoli nella sua storia. Per l’ex tecnico azzurro i tempi sono maturi per poter ricucire sul petto quel tricolore che manca ormai da 30 anni: “La città ha sempre dato il massimo, sia nelle vittorie che nelle sconfitte, non credo che si possa chiedere di più alla passione dei napoletani. Anzi a volte sono troppo passionali verso la squadra, ed è sempre stato un bellissimo connubio tra squadra e tifosi. Secondo me è un bellissimo momento per questa squadra, e credo che il Napoli ha qualcosa in più rispetto alle altre. Secondo me ha tutto per vincere, dalla società ai calciatori, ad un allenatore bravo. C’è un magnifico entusiasmo nei confronti della squadra. Finora il Napoli ha dimostrato sul campo che è una squadra estremamente competitiva”.
“Se fossi adesso l’allenatore del Napoli avrei grosse difficoltà. Perché oggi la comunicazione è tutto, e non è esattamente il mio forte”.
“Il Napoli non aveva mai vinto all’epoca, ma sapevamo di avere un ottimo valore tecnico, così come un’ottima società. Prima si giocava un anno per vincere ed uno per non retrocedere, c’erano troppi sbalzi all’epoca, però poi abbiamo vinto. Adesso, invece, il Napoli è abituato all’alta classifica, all’Europa, e poi c’è un grande equilibrio tra squadra, tifosi, società ed anche i media. Se non sei abituato a competere per alti livelli puoi anche vincere, ma come squadre vedi Verona o Cagliari poi alla fine rischi di retrocedere e di sparire senza dare continuità”.
“Spalletti fa bene a dire che il gruppo è la cosa più importante. Perché il singolo esalta il gruppo con le sue giocate, così come il gruppo può esaltare le caratteristiche del singolo. Gli allenatori che parlano del proprio “Io” mi fanno ridere”.
“A Napoli negli ultimi anni, sono arrivati giocatori e allenatori di alto livello. La società è sana, e il pubblico non è mai mancato. Credo che il prossimo traguardo sia vincere lo scudetto, senza scaramanzie. Quando uno è forte lo è, e fin qui il Napoli ha dimostrato di essere la più forte, insieme al Milan che sta facendo molto bene. Ma gli azzurri hanno qualcosa in più. Le altre si stanno staccando, il Napoli ha tutto per diventare il vero protagonista di questo campionato, ed al massimo sarà un braccio di ferro col Milan”.

ti potrebbe interessare

le più lette

Calcio, Sport

Il Napoli, nel giorno del ricordo di Maradona, schianta la Lazio e vola in testa alla classifica in solitaria

Calcio, Sport

Out per infortunio Anguissa, Osimhen e Ounas. Ancora assenti Politano e Zanoli a causa della positività al Covid-19

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano La Gazzetta dello Sport di oggi, 28 novembre 2021

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Corriere dello Sport di oggi, 28 novembre 2021

Calcio, Sport

La prima pagina del quotidiano Il Mattino di oggi, 28 novembre 2021