Atalanta, Percassi: “Speriamo di non subire altri errori madornali e perdere altri punti”

A margine della consegna della Laurea Magistrale Honoris Causa in Marketing, consumi e comunicazione il presidente dell'Atalanta...

A margine della consegna della Laurea Magistrale Honoris Causa in Marketing, consumi e comunicazione il presidente dell’Atalanta Antonio Percassi parla così dell’onorificenza ricevuta e di tanti temi legati all’attualità orobica: “E’ stata una cosa inaspettata, quando mi hanno comunicato che mi avrebbero fatto questo regalo non ci credevo. Cerchiamo di far capire quali problemi ci sono a partire dal nulla e costruire qualcosa di importante. Congerton? Fondamentale avere una persona di questo livello, con esperienza internazionale. Ha un’impostazione diversa dalla nostra, l’Atalanta d’ora in poi investirà molto sugli uomini che ci fan fare un salto di qualità. Abbiamo bisogno di migliorare in tutto, e ci stiamo ragionando”.

Se fosse stato calciatore dell’Atalanta oggi sarebbe riuscito a coniugare il lato imprenditoriale?
“Avrei fatto tutti e due. L’Atalanta è stata una grande scuola, specie nel settore giovanile: serissimi, bravissimi, se sbagliavi andavi a casa. Severi ma giusti. Quando andiamo a fare dei tornei internazionali riceviamo spesso dei complimenti perché l’Atalanta risulta spesso la squadra più educata, più rispettosa delle strutture ospitanti. Ci sono cose che ti fanno pensare che sei diverso dagli altri, ti allevano così dalle radici”.

Antonio Percassi, presidente dell’Atalanta

Ha anche detto che con Gasperini sarebbe diventato un grande calciatore.
“Sicuramente sarei migliorato tantissimo”.

La terza laurea potrebbe essere la vittoria dell’Europa League?
“Speriamo di salvarci, che è dura. All’Atalanta meriterebbero tutti la Laurea, a iniziare dal mister. Abbiamo fatto passi da gigante, speriamo di restare a quei livelli”.

Sentite la minaccia delle squadre che vi inseguono per il quarto posto?
“Tutte le squadre in corsa sono forti, comprese quelle al vertice, è tutto da giocare. C’è da sperare di non subire altri errori madornali, come è successo, abbiamo perso tanti punti per questi errori inaspettati”.

Cosa è cambiato a un mese dall’ingresso di un nuovo socio?
“Sono una potenza e conoscono molto bene il mondo dello sport, dopo ogni partita fanno dei commenti uguali. Speriamo di poter migliorare col loro arrivo”.

ti potrebbe interessare