Seguici su
  • SAL DE RISO
  • TEDIM
  • Intralot
  • Tufano
  • Rispo Surgelati
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

SARRI: "RINNOVO DI MERTENS MI RENDE FELICE MA ORA PENSO SOLO ALLA FIORENTINA"

Sarri in conferenza stampa

Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri ha parlato ai giornalisti presenti a Castelvolturno nel corso del consueto incontro con la stampa alla vigilia di Napoli-Fiorentina: 

"Domani è una partita difficile soprattutto sotto l’aspetto mentale, dobbiamo proseguire sulla nostra strada. Se basta va bene, se non basterà abbiamo centrato l’obiettivo intermedio. La Fiorentina è una delle poche squadre capaci di toglierci il palleggio e poi gioca con un modulo che ci ha sempre messo in difficoltà. Siamo soddisfatti di ciò che stiamo facendo, lo riteniamo una base d’inerzia e di convinzione per proseguire a far bene. Sono contento per il rinnovo di Mertens ma la mia testa in questo momento pensa solo alla Fiorentina. Dobbiamo togliere la Roma da tutti i discorsi, dobbiamo pensare a noi stessi, siamo a tre punti dal record assoluto dalla storia del Napoli. Allan? E’ in dubbio, ha un affaticamento muscolare, vedremo domani, per noi in certe partite è una soluzione straordinaria, determinante come nel primo tempo dell’ultima partita che abbiamo disputato.Secondo tempo di Torino? Non riesco a pensare alla partita precedente, può essere un difetto ma per me è un pregio e spero che lo abbia anche la squadra. Riguardo al palleggio o alla ricerca di maggiore fisicità, nel ballottaggio tra i due do importanza anche alla condizione dei giocatori, se uno è in forma straordinaria, gioca. Riguardo alla Fiorentina, è un’ottima squadra, ha tanti grandi giocatori come Bernardeschi, Ilicic, Saponara e Kalinic. Potevano fare anche di più, non so i motivi per cui non ci sono riusciti. Dobbiamo unire le qualità che abbiamo nel palleggio alla ricerca del risultato, il nostro è un paese ricco di luoghi comuni, si dice che per vincere bisogna giocare male e non mi sembra vero. Dobbiamo fare in modo che la nostra filosofia di gioco faccia tirar fuori le nostre potenzialità e sono convinto che questa squadra tira fuori il 100% giocando in questo modo. Mi sembra evidente che chi ha più soldi possa comprare la macchina più lussuosa, dobbiamo finire sempre come Renzo Arbore e tirar fuori Catalano. Fortunatamente non è matematica, ci sono spesso storie che vanno fuori dagli schemi, è normale che chi fattura un miliardo può acquistare calciatori da 100 milioni, chi fattura 200 può comprare giocatori da 30 milioni. Il merito è esclusivamente dei giocatori, questo è un gruppo sano, caratterialmente sono sempre lo stesso, quello che allenava in serie C. Ho gli stessi difetti caratteriali, a volte m’incazzo ed uso un linguaggio poco appropriato, ti dico che è più difficile gestire le prime donne in serie C che i grandi calciatori. Il sogno non dev’essere dei giornalisti, ma nostro, voi dovete raccontare le cose come stanno e io non lo vedo spesso, se serve per vendere i giornali alzo le mani. Le persone devono avere dei sogni perchè, quando ce l’hanno, lavorano meglio. Terzo posto obiettivo intermedio? Si, perchè noi non c’accontentiamo del terzo posto, è intermedio perchè ci sarà un preliminare ed è intermedio guardando al sogno. Quelli che ci criticano per il terzo posto sono gli stessi che ci mettevano al quinto nelle griglie estive, quindi o sono fuori adesso o lo erano prima Non ho chiesto nulla per la prossima stagione, questi giocatori hanno la mia piena fiducia perchè possono ancora crescere. Riguardo ai punti, dobbiamo fare degli appunti di natura morale perchè non si fanno solo con le qualità tecniche”.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.